Obama Criminale di Guerra?


[Di Paul Craig Roberts. Pubblicato su lewrockwell.com il 31 agosto 2013. Traduzione di Enrico Sanna.]

Obama, spinto dai suo padroni israeliani e neoconservatori, primo fra tutti il consigliere sulla sicurezza Susan Rice che in realtà funge da agente israeliano, si è spinto troppo in là con le intenzioni ed è stato abbandonato dal parlamento inglese.

Dal suo canto il presidente “socialista” francese Hollande, privo del supporto popolare, ha ritrattato la sua partecipazione all’azione militare orchestrata tra USA e Israele. Dicendo che tutto è ancora possibile, ha chiesto prima le prove.

Come di fatto hanno dimostrato Obama e Cameron, le prove non ci sono. Anche i servizi segreti USA hanno detto che non ci sono prove certe del fatto che Assad abbia usato armi chimiche, o che ne abbia la possibilità.

E ora anche il governo canadese, fantoccio americano, ha negato la sua partecipazione al crimine di guerra Obamiano-israeliano.

Con Obama non restano che Turchia e Israele. Di recente il governo turco ha fatto fuori un numero di cittadini turchi – manifestanti pacifici, non mercenari importati per rovesciare il governo – più alto di quelli che sarebbero stati uccisi dai gas di Assad.

Sono decenni che il governo israeliano commette crimini contro i palestinesi davanti agli occhi del mondo. Un distinto giurista israeliano ha concluso in un rapporto ufficiale che il governo israeliano ha commesso crimini di guerra nei suoi attacchi contro la popolazione civile di Gaza.

Nessun paese considera gli stati criminali di Turchia e Israele una copertura di crimini di guerra. Se Obama si lascia spingere da Susan Rice e i neoconservatori, grandi alleati di Israele, a condurre da solo un attacco militare contro la Siria, diventa automaticamente un criminale di guerra secondo gli standard di Norimberga creati dallo stesso governo degli Stati Uniti. Un’aggressione militare non provocata è un crimine di guerra secondo il diritto internazionale. Chiaro e semplice. Senza se e senza ma.

Se Obama attacca la Siria senza una copertura dell’ONU, o della Nato, o del popolo americano, o del congresso, e ignorando camera e senato, si esporrà a tutto il mondo come un criminale di guerra. Il tribunale dell’Aia deve emettere un mandato d’arresto contro Obama, sempre che il mondo non abbia deciso di buttare il diritto internazionale nel cesso. Obama deve essere consegnato alla giustizia. Le sue possibilità di farla franca sono né più né meno quelle di un nazista.

I criminali neoconservatori spingono Obama a fare da solo e dimostrare che è uomo. Se Obama lo fa, dimostrerà di essere un criminale di guerra.

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...