L’Anticapitalismo e i Romanzi Gialli


L’Anticapitalismo e i Romanzi Gialli

[Di Ludwig von Mises. Estratto dal saggio The Anti-Capitalistic Mentality. Traduzione di Enrico Sanna.]

L’epoca in cui il movimento radicale anticapitalista acquistò un potere apparentemente irresistibile vide la nascita di un nuovo genere letterario: il libro giallo. La stessa generazione di inglesi che mandò il partito laburista al governo era conquistata da opere di autori come Edgar Wallace. Uno degli scrittori socialisti più in vista, G. D. H. Cole, è non meno conosciuto come autore di libri gialli. Un marxista coerente dovrebbe chiamare i libri gialli – forse assieme ai film di Hollywood, i fumetti e l’“arte” dello strip-tease – la sovrastruttura artistica nell’epoca dei sindacati e della collettivizzazione.

Numerosi storici, sociologi e psicologi hanno cercato di spiegare le ragioni della popolarità di questo genere singolare. Le conclusioni più approfondite sono quelle a cui è arrivato il professor W. O. Aydelotte. Il professor Aydelotte ha ragione quando afferma che il valore storico dei libri gialli consiste nel fatto che descrivono sogni ad occhi aperti, e che pertanto gettano una luce su quelli che li leggono. E non di meno ha ragione quando fa capire che il lettore si identifica con il detective, e che, in termini generali, trasforma il detective in un prolungamento del suo ego.

Questo lettore è una persona frustrata dal fatto di non essere riuscito a raggiungere le posizioni verso cui lo spingono le sue ambizioni. Come abbiamo detto altrove, dà la colpa del suo insuccesso all’ingiustizia del sistema capitalistico. Ha fallito perché è una persona onesta che rispetta le leggi. Gli altri hanno avuto successo perché sono stati disonesti; hanno fatto ricorso a imbrogli che lui, coscienzioso e immacolato qual è, non prenderebbe mai in considerazione. La gente dovrebbe sapere quanto sono corrotti questi arroganti parvenu!Purtroppo i loro crimini rimangono nascosti e loro godono di una reputazione immeritata. Ma arriverà il giorno in cui saranno giudicati. Sarà lui stesso a smascherarli, mettendo a nudo i loro misfatti.

In un libro giallo, questo è il tipico corso degli eventi: Un uomo che tutti considerano rispettabile e incapace di azioni malvagie ha commesso un crimine abominevole. Nessuno sospetta di lui. Ma il sagace detective non si lascia ingannare. Lui conosce bene questi santerelli ipocriti. È lui che raccoglie tutte le prove che servono a condannare il colpevole. Ed è grazie a lui che il bene potrà finalmente trionfare.

Smascherare gli imbroglioni che si fingono cittadini rispettabili è, con la sua latente tendenza anti-borghese, un argomento offerto spesso anche da opere di alto livello letterario, come I Pilastri della Società di Ibsen. Il libro giallo svaluta la trama e introduce un personaggio meschino, il detective, che ha un’idea di sé come di una persona moralmente superiore agli altri. Questo detective gode nell’umiliare le persone che tutti considerano cittadini dall’esistenza impeccabile. Le sue ragioni affondano le radici nell’odio subcosciente verso la “borghesia” di successo. La sua controparte è rappresentata dagli ispettori di polizia. Loro sono troppo ottusi e condizionati per risolvere l’enigma. A volte lo scrittore lascia capire che i poliziotti sono inconsapevolmente dalla parte del colpevole perché incantati dalla sua posizione sociale. Tocca al detective rimuovere gli ostacoli che la loro inerzia pone sulla sua strada. Il suo trionfo rappresenta la sconfitta delle autorità dello stato borghese qui rappresentate dagli agenti di polizia.

Per questa ragione i libri gialli sono popolari tra quelli che soffrono per le loro ambizioni frustrate (ovviamente, ci sono anche quelli che leggono queste storie per puro piacere). Giorno e notte sognano di vendicarsi sui loro simili che hanno avuto più successo di loro. Sognano il momento in cui il loro rivale “viene portato via dalla polizia con le manette ai polsi”. È il climax della storia, in cui identificano se stessi con il detective e l’assassino in trappola con il loro rivale che ha più successo di loro, è in questo climax che trovano quello che cercano: una soddisfazione di seconda mano.

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...