Stampata la Prima Pistola in Metallo


Solid Concepts annuncia la prima pistola interamente di metallo stampata con tecnologia 3D: una .45 ACP del 1911

[Di Max Slowik. Originale pubblicato il 7 novembre 2013 su guns.com con il titolo Solid Concepts unveils first 3D-printed metal gun, a full-size .45 ACP 1911. Traduzione di Enrico Sanna.]

Solid Concepts fa fare un grosso passo in avanti alla tecnologia di stampa 3D con l’annuncio della prima pistola metallica prodotta con questa tecnologia. Si tratta di una pistola modello 1911 caricata con cartucce .45 ACP.


L’intento della Solid Concepts è di dimostrare che la stampa tridimensionale ha raggiunto un livello tale di maturità e precisione che ora è possibile fabbricare un’arma da fuoco tradizionale con le tecnologie più avanzate. Ovviamente, si tratta di stampanti 3D a livelli industriali, non del tipo amatoriale.

“Solid Concepts è ai vertici mondiali nei servizi di stampa 3D, e aver stampato la prima pistola metallica al mondo conferma la nostra posizione,” spiega Alyssa Parkinson nell’annuncio. “La pistola è un classico del 1911, un modello che è ad un tempo intramontabile e di pubblico dominio. Funziona benissimo: i nostri esperti balistici hanno sparato 50 colpi facendo diversi centri da una distanza di quasi trenta metri. La pistola è composta da oltre trenta componenti stampati in 3D in acciaio inossidabile 17-4 e Inconel 625. Per completezza, l’abbiamo dotata di una impugnatura pure stampata in 3D con una tecnologia laser a sinterizzazione selettiva; perché siamo maniaci della stampa in 3D.”

Apparentemente, l’unico componente non stampato in 3D è il caricatore. Tutti gli altri componenti, compresa la canna rigata, sono stampati.

“L’intero concetto, la sinterizzazione laser per stampare una pistola metallica, ruota attorno alla necessità di dimostrare l’affidabilità, l’accuratezza e l’utilizzabilità quando si tratta di produrre sia prototipi funzionanti che prodotti finiti in metallo stampato,” ha detto Kent Fireston, vice presidente produzioni aggiuntive. “È sbagliato pensare che la sinterizzazione laser non sia abbastanza accurata o robusta, e noi stiamo cercando di cambiare il punto di vista delle persone.”

“Solid Concepts offre servizi fin dal 1911, per lo più in campo aerospaziale, medico e di produttività,” ha detto Parkinson a Recoil. “Abbiamo creato questa pistola anche per dimostrare che si può fare, e che resiste a questi livelli di pressione, temperatura, eccetera.”

La pistola è stata stampata, assemblata e testata con cinquanta colpi, il che dimostra che le attuali tecniche di stampa 3D, anche se al momento sono costose, si possono usare per fabbricare armi funzionanti.

Non passerà molto tempo, ad essere sinceri, prima che questa tecnologia diventerà accessibile. È ragionevole immaginare che in futuro molte più persone avranno accesso alle tecnologie di stampa 3D utilizzate oggi da Solid Concepts. Allo stesso modo, le stampanti 3D a polimeri disponibili oggi sono quelle che una decina d’anni fa si usavano a livelli industriali.

Per ora, comunque, c’è solo una manciata di ditte in grado di stampare questo genere di pistola in 3D. Solid Concepts potrebbe capitalizzare sul fatto di avere pochissima concorrenza producendo una serie limitata di pistole.

Ovviamente costeranno molto, visto che la stampa 3D è un sistema di produzione molto caro. Ma è anche vero che c’è una lunga lista di collezionisti a cui piacerebbe possedere le prime armi da fuoco interamente stampate in 3D.

“La nostra azienda è incentrata sulla produzione,” ha proseguito Parkinson. “Dovremmo parlare con qualche esperto, visto che si tratta di un pezzo unico nel suo genere, prima di decidere su un prezzo.”

Occorrerebbe un test che la metta duramente a prova per capire se la 1911 della Solid Concepts è sicura, affidabile e forte quanto una 1911 convenzionale, anche se questo non è l’obiettivo della dimostrazione. Solid Concepts ha dimostrato che con la stampa 3D si può fabbricare un prodotto che ha la stessa funzionalità di quello fabbricato tradizionalmente, anche quando si tratta di un prodotto in metallo. Ogni altra considerazione è per un altro giorno.

“Come ho accennato all’inizio, questa non è roba per stampanti da tavolo,” ha aggiunto Parkinson. “La stampante industriale che abbiamo usato costa più del mio stipendio da universitario… e i tecnici che fanno andare la macchina sono il massimo del settore; sono esperti che sanno cosa fanno, e che capiscono di stampa 3D più di ogni altro. Grazie a loro, Solid Concepts smentisce chi sostiene che la stampa 3D non sia praticabile o che non sia pronta per la produzione su larga scala. Abbiamo sia i materiali che i tecnici giusti, persone che sanno come programmare e gestire al meglio queste macchine per far sì che la stampa 3D sia accurata, potente, e con un futuro.”

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...