Aiuti all’Ucraina Brutto Affare per Tutti


[Di Ron Paul. Originale pubblicato su The Daily Bell il 31 marzo 2014 con il titolo Aid to Ukraine Is a Bad Deal for All. Traduzione di Enrico Sanna.]

La settimana scorsa il congresso ha votato a grande maggioranza un progetto di legge che autorizza un miliardo di dollari in aiuti all’Ucraina e ulteriori sanzioni contro la Russia. Entro pochi giorni il progetto di legge sarà probabilmente firmato dal presidente. Se pensate che questa sia l’ultima volta che i cittadini americani dovranno mandare soldi all’Ucraina vi sbagliate. È solo l’inizio.

Questo miliardo per l’Ucraina è una fregatura per i contribuenti americani, ma è anche un brutto affare per gli ucraini. Neanche un centesimo andrà agli ucraini bisognosi; sarà utilizzato interamente per salvare le banche internazionali che possiedono il debito ucraino. Secondo i termini del piano per l’Ucraina stabiliti dal fondo monetario internazionale, la vita degli ucraini peggiorerà di molto. Il governo dovrà congelare aumenti di stipendio e aumentare significativamente tasse e energia.

Ma i banchieri riceveranno i loro soldi e il fondo monetario prenderà il controllo dell’economia ucraina.

Il progetto di legge prevede anche un aumento dei fondi pubblici a disposizione delle ong finanziate dallo stato per la “promozione della democrazia”, e altri soldi per estendere la propaganda americana in Ucraina attraverso Radio Free Europe e Voice of America. C’è anche un alzar di sciabole, con le istruzioni fornite al segretario di stato di “provvedere ad un incremento della cooperazione con i membri Nato dell’Europa centrale ed orientale.

Gli Stati Uniti “promuovono la democrazia” in Ucraina da dieci anni, ma senza grandi risultati. Di recente, un governo eletto democraticamente è stato rovesciato con una manifestazione violenta. Questo è l’opposto della democrazia, dove sono le elezioni eque e libere a cambiare il governo. L’aspetto scioccante è che il governo americano e le ong stessero dalla parte dei manifestanti! Se davvero ci importasse della democrazia non ci saremmo schierati da nessuna parte: non sono affari nostri.

Washington non vuole parlare delle sue azioni che hanno portato al colpo di stato, preferendo puntare il dito contro la reazione russa ai disordini istigati ai suoi confini dagli Stati Uniti. Dunque il nuovo progetto di legge passato dal congresso allargherà le sanzioni contro la Russia per aver appoggiato il referendum in Crimea, dove la maggior parte della popolazione ha votato per unirsi alla Russia. Gli Stati Uniti, che hanno contribuito pesantemente al cambiamento dei confini in Serbia e altrove, improvvisamente dichiara che i confini ucraini sono intoccabili.

Ovviamente, chi è in disaccordo con me e altri come me che non si gasano all’idea delle sanzioni, delle elezioni manipolate e alla prospettiva di mandare le nostre truppe oltreoceano, sono attaccati come nemici della patria. È già accaduto, quando molti di noi si opposero alla guerra in Iraq, l’attacco contro la Libia e altri paesi. Ora la stessa cosa accade nuovamente a quelli tra di noi che non hanno alcuna voglia di precipitare in un’altra guerra fredda – o bollente – con la Russia per una penisola che non alcuna importanza per gli Stati Uniti o la sua sicurezza.

Io direi che un vero patriottismo consiste nel difendere il paese e nell’assicurare che la libertà non sia minata qui. Purtroppo, mentre molti parlano di libertà in Ucraina e in Crimea, il congresso si prepara a passare un progetto di “riforma” della Nsa che obbligherà le compagnie private a conservare i nostri dati personali così che sia più facile spiarci. Dobbiamo cambiare le priorità e dedicarci alla promozione della libertà negli Stati Uniti!

Annunci

2 thoughts on “Aiuti all’Ucraina Brutto Affare per Tutti

    • Nudelman chi, Bob? Ho trovato solo un membro della Knesset e su di lui ho trovato poco.
      A parte la mia ignoranza sui vari Nudelman della terra, credo che per Ron Paul sia onorevole avere certi nemici (questa espressione è scopiazzata da Mussolini. Così ora diranno che sono filo-fascista). Sempre se ho intuito bene la natura di questo Nudelman. 🙂

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...