Obama Ficca di Nuovo il Naso


[Di Tibor Machan. Originale pubblicato su Daily Bell il 26 marzo 2014 con il titolo Obama Butts in Again. Traduzione di Enrico Sanna.]

Tibor MachanMi stupisce il fatto che la stampa – rubriche, editoriali, ecc. – quasi non parli delle intrusioni dell’esecutivo di Obama nel campo del lavoro. Vuole che l’aumento delle buste paga, e pensa che sia compito del presidente dettare i termini degli accordi tra datore di lavoro e dipendente. Non è così, non in un paese libero. Ma immagino che l’espressione “paese libero” non riguardi più l’economia americana. Questo è diventato un sistema fascista, in cui l’esecutivo politico detta i termini delle relazioni economiche. E pochi tra noi sembrano dare importanza al fatto.

Nella mia università sto organizzando un gruppo di lavoro sul tema “Imprenditorialità in una Economia Mista”. L’idea, ovviamente, è che quando politici e burocrati dettano i termini in cui devono confrontarsi milioni di cittadini che prendono parte a transazioni di mercato, i segnali che guidano le decisioni degli imprenditori vengono distorti. Quello che dovrebbe essere un luogo in cui le parti svolgono il loro compito non è più libero ma gestito da un particolare gruppo di cittadini. Perché?

Immagino che questi cittadini abbiano conoscenze superiori e maggiori virtù degli altri, e che pertanto abbiano conquistato un potere legale su questi ultimi. E dunque scrivono le regole. Ciò che li qualifica come superiori agli altri è un mistero.

Questa è una delle caratteristiche di un’economia mista. La sua arroganza è paurosa, anche se storicamente diffusa: re, faraoni, cesari, politburo e altri hanno ficcato il naso negli affari economici delle persone fin da tempi remotissimi. Il movimento politico-sociale liberale classico avrebbe dovuto abolire proprio questa impostazione.

In conclusione, l’unico modo per combattere questa tendenza reazionaria guidata da Obama e Co. parte dalla persuasione dei cittadini.

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...