Europa Colonia Americana


Il giornalista Giulietto Chiesa definisce l’Ue come “Unione dei Protettorati d’Europa”

[Di Francesco Ditaranto. Originale pubblicato su Radio Città Fujiko il 22 maggio 2014]

mangiamondo

Nel quarto focus sui temi fondamentali della campagna elettorale per le europee, oggi si parla di politica estera europea. “Non esiste una politica estera comune europea – afferma netto ai nostri microfoni il giornalista Giulietto Chiesa – siamo stati ricondotti allo stadio di colonia o protettorato.”

Uno dei problemi più evidenti dell’Unione Europea è la mancanza di una comune politica estera. L’inesistenza dell’Unione a livello diplomatico è emersa in tutta la sua drammaticità al momento dello scoppio della crisi Ucraina. L’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Catherine Ashton, il ministro degli esteri dell’Unione, ha dato l’impressione di arrivare tardi e con la risposta sbagliata ogni volta che l’Europa doveva palesarsi.

Il risultato di questa pochezza diplomatica è stato che la partita è stata giocata da Stati Uniti e Russia. L’Unione, diretta in questo caso dagli interessi tedeschi, polacchi e del baltico, si è accodata timidamente alla politica estera statunitense, applicando delle sanzioni alla Russia. Ma se la crisi, viene da domandarsi, nasce dalla mancata firma d’associazione dell’Ucraina all’Ue, come ha potuto il vecchio continente scomparire senza fare rumore?

“L’Europa non ha una politica estera comune. Esiste una politica di un gruppo di persone che occupano posizioni in un vertice non democraticamente eletto, come si è visto nella crisi Ucraina. In questo caso c’è stato un direttorio di persone, che non hanno nessuna legittimazione. L’Europa è rimasta fuori dalla vicenda, agli ordini degli Stati Uniti” dice ai nostri microfoni il giornalista Giulietto Chiesa.

“C’è una politica estera della Germania, talvolta della Francia o della Gran Bretagna: si va improvvisando. L’Europa – continua – è l’unica potenza senza una politica estera coordinata, che riguardi gli interessi collettivi. Le cose possono cambiare se l’Europa decide di essere indipendente dagli Usa.”

Chiesa individua il problema nei rapporti di forza all’interno della Nato e nell’organizzazione stessa. “Fino a che l’Europa è prigioniera della Nato, non potrà avere alcuna politica estera autonomia. C’è poi il problema della rappresentanza. L’Europa rappresenta gli interessa delle banche, così succede, come sta accadendo in questa crisi, che Angela Merkel esegua gli ordini delle banche sino ad andare contro l’interesse della stessa Germania.” L’Europa ha un giro d’affari con la Russia che è intorno ai 450 miliardi di euro, “quindi rompere con la Russia, come volevano gli Usa, andava contro gli interessi europei. Eppure si è rotto con la Russia. Questa è la prova più evidente di quello che sta accadendo”.

“Siamo stati ricondotti – attacca Chiesa, facendo riferimento alle intercettazioni rivelate da Snowden – allo stadio di una colonia o di un protettorato. Credo che l’espressione più giusta sia l’Unione dei Protettorati d’Europa. La Gran Bretagna, un’appendice degli Stati Uniti, non vuole stare in Europa e noi abbiamo affidato ad una signora inglese la politica estera europea: è paradossale.”

Il giornalista rimprovera all’Unione di aver lasciato l’Ucraina in mano ai nazisti, sostenuti dagli Usa, che hanno destituito un presidente legittimo e, allo stesso modo, rimprovera il mancato richiamo all’autodeterminazione dei popoli al momento del referendum in Crimea. Diritto all’autodeterminazione che l’Occidente aveva invocato al momento della dichiarazione d’indipendenza del Kosovo. “Ci sarà da divertirsi – chiosa amaro Giulietto Chiesa – quando gli antifascisti di Francia, Italia e Spagna, dovranno fare i conti con l’Ucraina nazista nella Nato, e in seguito nell’Unione Europea.”

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...