Banchiere Islandese in Carcere


Wall Street scioccata. Come osano?

[Di Tyler Durden. Originale pubblicato su ZeroHedge il 20 novembre 2014 con il titolo Wall Street Stunned As Iceland Dares To Jail Banker Involved In 2008 Crash. Traduzione di Enrico Sanna.]

sigurjon-arnason-iceland

L’impossibile è possibile. Mai dire mai. I banchieri di Wall Street guardano con gli occhi fuori dalle orbite i titoli dei giornali che vengono dall’Europa, dall’Islanda, dove l’ex amministratore delegato di una delle principali banche del paese, coinvolto nel crollo dell’economia del 2008, è stato condannato ad un anno di carcere. Come riportato da Valuewalk, dopo aver ricevuto una condanna ad un anno di prigione, Sigurjon Arnason è diventato ufficialmente il primo dirigente di banca ad essere stato condannato per aver manipolato il prezzo delle azioni della banca e per aver ingannato investitori, creditori e autorità nel periodo tra il 29 settembre e il 3 ottobre 2008, mentre le fortune della banche andavano a rotoli trascinando con sé l’economia. Pare che il dirigente sia rimasto scioccato dal verdetto. Tutta Wall Street è rimasta scioccata. “Questa sentenza è una grossa sorpresa per me, non ho fatto niente di sbagliato.” Forse era per il bene della gente…


Qualcuno pensava che non sarebbe mai accaduto. Ma in Islanda l’ex amministratore delegato della più grossa banca del paese, coinvolto nel crollo finanziario del 2008, è stato condannato a stare per qualche tempo in carcere.

Il Primo a Manipolare le Quotazioni della Banca

Dopo aver ricevuto una condanna ad un anno di prigione, Sigurjon Arnason è diventato ufficialmente il primo dirigente di banca ad essere stato condannato per aver manipolato il prezzo delle azioni della banca e per aver ingannato investitori, creditori e autorità nel periodo tra il 29 settembre e il 3 ottobre 2008, mentre le fortune della banche andavano a rotoli trascinando con sé tutta l’economia islandese. Assieme ad altre due banche, Landsbanki aveva accumulato l’equivalente di 60 miliardi di euro di debiti prima che sulla vicenda calasse il sipario.

“Io colpevole?” è stata la risposta del dirigente bancario non appena ha appreso della sentenza. “Questa sentenza è una grande sorpresa per me, io non ho fatto niente di male.” Secondo l’agenzia tedesca Reuters, queste sono state le prime parole del banchiere. Arnason non avrebbe ancora deciso se ricorrere in appello presso la corte suprema. Il processo d’appello potrebbe richiedere un tempo ben più lungo della durata della sentenza.

Condannati Anche Altri Dirigenti di Banca

La corte distrettuale di Reykjavik ha decurtato la pena di nove mesi, dicendo che si tratta di una sospensione. Altri dirigenti della banca, coinvolti nella stessa vicenda, sono stati ugualmente condannati. Si tratta di Ivar Gudjonsson, ex direttore dell’attività di property trading presso la banca, e di Julius Heidarsson, che lavorava nell’ufficio di intermediazione. Ognuno di loro ha ricevuto una condanna a nove mesi di carcere, sei dei quali sono stati immediatamente sospesi dalla corte.

Tutti quanti si sono dichiarati innocenti riguardo le accuse mosse contro di loro. Le conseguenze della crisi iniziata sei anni fa si fanno sentire ancora oggi non solo nelle isole dell’Atlantico settentrionale ma in tutto il mondo. Come primo debole segno dell’uscita dalla crisi, la Reuters all’inizio di questa settimana ha riportato la notizia secondo cui Landsbanki, la banca che ha preso il posto della fallita Landsbankinn, ha accettato di allungare il periodo entro cui ristrutturare i bond fino alla fine dell’anno. Se sarà raggiunto un accordo, il governo potrebbe togliere il controllo dei capitali imposto a causa della crisi.

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...