L’Ascesa della Cina


[Tratto da un’intervista rilasciata da Peter Schiff a Mike Finger. Originale pubblicato su SchiffGold.com l’11 dicembre 2014 con il titolo The Rise of China Will Be a Rude Awakening for Americans. Traduzione di Enrico Sanna.]

dragone_cinese

In un’intervista, Ben Swann e Peter Schiff hanno discusso il sorpasso degli Stati Uniti da parte della Cina, che così diventa prima potenza economica mondiale. Peter ha spiegato perché il rigetto del dollaro come valuta di riserva mondiale da parte della Cina e di altre economie è solo una questione di tempo. Quando quel giorno arriverà, per gli Stati Uniti sarà un brusco risveglio.

Peter spera che la crisi spingerà gli americani a ritrovare le loro radici che affondano nel libero mercato, tornando così ad una moneta sonante appoggiata all’oro.

Trascrizione delle risposte di Peter Schiff

“Io non sono scioccato. Mi aspettavo un sorpasso dell’economia americana da parte di quella cinese. Per ora il sorpasso avviene soltanto a parità di potere d’acquisto. Ma io penso che nei prossimi dieci anni o giù di lì il sorpasso avverrà anche senza tenere conto del potere d’acquisto, in termini di dollari. Accadrà quando la moneta cinese non sarà più ancorata al dollaro, e verrà lasciata libera di salire. La mia opinione è che la moneta cinese salirà rispetto al dollaro, e questo migliorerà la loro economia. Questo andrà a beneficio del potere d’acquisto dei cittadini cinesi, e porterà ad un vero sorpasso. Francamente, penso che sarebbe già accaduto così se solo i cinesi anni fa non avessero adottato una politica monetaria sciocca.

“Io non so se ci stiamo abituando [all’idea che la Cina sta sorpassando gli Stati Uniti secondo molteplici parametri economici]. Saremo costretti a farlo. Alla fine, questo significa un grosso calo nello standard di vita degli americani. Avverrà quando i cinesi reclameranno la propria produzione per sé, quando non esporteranno più i loro prodotti in America e smetteranno di prestarci tutto quel denaro. Guardando le ultime statistiche commerciali, si nota che la Cina ha appena raggiunto il più alto surplus commerciale di sempre. Contemporaneamente, l’America ha appena raggiunto il più alto deficit commerciale di sempre per quanto riguarda i beni industriali.

“La crescita economica cinese non dipende dalla nostra generosità nell’accettare i loro prodotti. Dipende in primo luogo dai loro sforzi. Sono le fabbriche cinesi, sono i capitali cinesi investiti, è la manodopera cinese che sta facendo crescere la loro economia, non il consumo americano. Penso, semmai, che noi siamo un intralcio. Se la Cina non incentivasse stupidamente il consumo americano, i cinesi vedrebbero calare i prezzi e comincerebbero a comprare quello che esce dalle loro stesse fabbriche. Il risultato sarebbe un’economia più forte e uno standard di vita più alto.

“Ecco perché i cinesi stanno accumulando così tanto oro. La ragione per cui continuano a comprare tanto oro, secondo me, è che si stanno preparando a buttare via il dollaro come moneta di riserva. Credo che alla fine toglieranno l’ancoraggio al dollaro. Quando questo avverrà, la Cina vivrà un nuovo rinascimento. Vedremo la Cina arrivare a livelli molto più alti di quegli attuali. E questo significherà il tramonto del secolo americano. Senza l’aiuto cinese, ci ritroveremo davanti di colpo tutti quei problemi economici che si sono accumulati nel corso degli anni. È stata la Cina a salvarci finora.

“Molto dipenderà da come reagiremo quando avverrà questo brusco risveglio. Credo che i giovani americani di oggi non abbiano la minima idea di quanto fosse ricca l’America negli anni cinquanta, ad esempio. La vera ricchezza di questo paese era stata creata nel corso degli anni con la libera impresa, un governo limitato, una moneta sonante. Allora avevamo un’economia molto più forte e uno standard di vita molto più alto. Basta pensare che negli anni cinquanta un uomo con un titolo di studio che non arrivava neanche al diploma poteva mantenere una famiglia, i figli e una moglie casalinga, poteva mettere da parte soldi per la pensione e non aveva debiti. Avevamo una classe media con un incredibile potere d’acquisto e un indebitamento bassissimo. Oggi tutto ciò non esiste più.

“Molti altri paesi stanno raggiungendo l’America, perché siamo stati noi a intralciare la nostra strada con l’espansione dello stato e delle sue normative. Credo che alcuni di questi paesi subiranno una grossa spinta in avanti quando si decideranno a buttare via il dollaro. Prima o poi dovremo fare i conti con questa realtà. Ad un certo punto, potremo consumare soltanto quello che produrremo. Ora come ora, non produciamo, non ne abbiamo la capacità. È tutto gonfiato: istruzione, sanità, servizi. E mentre abbiamo gonfiato questi settori, abbiamo affossato il settore manifatturiero, così che ci siamo ritrovati a confidare nella generosità, e nella stupidità, del resto del mondo per produrre ciò che noi non produciamo più, e per prendere in prestito la ricchezza che noi non mettiamo più da parte.

“Ci sarà un grosso cambiamento in America quando apriremo gli occhi davanti alla realtà. Spero che questo contribuirà a fare cambiamenti politici strutturali in grado di liberare lo spirito di quel libero mercato che ha fatto crescere questo paese, uno spirito che sarà più che mai necessario per la ricostruzione dopo il collasso.

“Io non credo che bitcoin prenderà il posto del dollaro. Credo che emergeranno altre valute. Crescerà l’importanza dell’oro, anche se, devo dire, gli svizzeri hanno appena votato contro il referendum che avrebbe legato la loro moneta all’oro, tornando alle condizioni precedenti il 1999. Sono sicuro che la Svizzera, così come altri paesi, torneranno all’oro quando ci sarà il collasso del dollaro. Allora la gente capirà perché l’oro è stato usato come moneta per tanti secoli, e perché le monete fiduciarie, di carta, hanno sempre fallito. Quest’ultimo esperimento con il dollaro non è un’eccezione. Credo che l’oro, e assieme all’oro altre monete, crescerà d’importanza come valuta di riserva. Questo avverrà tanto più quanto più le monete saranno monete auree, e magari anche riscattabili in oro.”

Annunci

Scrivi un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...