Genialità fiscali


Marjaerwin

Pare che un economista della Deutsche Bank abbia notato che chi lavora da casa tende a risparmiare soldi. Così ha proposto di tassare quelli che superano un certo reddito e scelgono di lavorare da casa.

Ma come fanno a risparmiare?

Soprattutto, usando meno benzina, elettricità e altro. Non usano le strade, e quindi non contribuiscono ad ingorgare la circolazione. Non usano la metropolitana, se c’è. Non fanno danni all’ambiente o alle infrastrutture, o più semplicemente non creano stress.

Certo poi ci sono persone che non possono lavorare da casa.

Ma, per le ragioni esposte sopra, quando si può, il lavoro da casa dovrebbe essere agevolato, non ostacolato.

Chi ha un reddito alto non verrebbe colpito più di tanto, ma una tassa del genere imposta ai redditi bassi taglia le gambe a chi non ha l’automobile, o la bicicletta, o non può usare i trasporti pubblici perché non ci sono. E non può andare a lavorare in posti difficili da raggiungere.

E per i pendolari la tassa è una tassa sotto forma di tempo.

E poi che altro? Tassare quelli che non hanno l’automobile? O chi non usa l’energia fossile?

Fonte: marjaerwin

2 pensieri su “Genialità fiscali

  1. Pingback: la pandemia consumista schizoide- 510 – Cor-pus 2020

Scrivi un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...