Eppur non si Muove

modern-art-prints

Di Christian Marazzi. Fonte: tysm, 2 ottobre 2018.

È un vero e proprio rompicapo quello della produttività che resta piatta, cioè non aumenta, malgrado le innumerevoli innovazioni tecnologiche che da anni ormai pervadono le nostre economie. Dall’esplosione del computer personale all’inizio degli anni ’80 alla odierna digitalizzazione dei processi produttivi, distributivi e comunicativi, non c’è ambito del nostro spazio vitale che non sia in qualche modo toccato dalle nuove tecnologie informatiche. Già nel 1987, il premio Nobel per l’economia Robert Solow se ne uscì con una domanda che, a tutt’oggi, mantiene tutta la sua pregnanza: “si possono vedere computer dappertutto, tranne che nelle statistiche sulla produttività”.

Continua a leggere

Annunci

Populismo Isterico

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 75

Di Robert Kurz. Originale in spagnolo tradotto da M. Alonso e pubblicato su exit-online con il titolo Populismo Histérico. Traduzione italiana di Enrico Sanna.

La caccia al reo è il gioco preferito della nostra società. Se c’è un fallimento di proporzioni enormi, non si mette mai in questione il fatto in sé, ma si va a cercare qualcuno a cui attribuire le colpe. Non si ritiene opportuno, anzi è impossibile, dare la colpa ad obiettivi discutibili, relazioni sociali distruttive, strutture sociali contraddittorie; il disastro deve essere attribuito a persone che hanno preso decisioni sbagliate, incapaci, se non criminali. È molto più facile continuare a tagliare teste che sovvertire la situazione attuale e ristrutturare le forme sociali.

Continua a leggere

Valori Occidentali e Culturalismo

strada nulla

Intervista di Salih Selcuk a Norbert Trenkle per la rivista YARIN (febbraio 2005). Pubblicata su Krisis il 31 dicembre 2005. Traduzione di Enrico Sanna.

1. Anche se le ideologie culturali hanno ancora forte risonanza (Huntington, Bin Laden, micronazionalismo, neoantisemitismo eccetera), è sempre più forte la richiesta di una spiegazione politico-economica dell’attuale situazione mondiale. Il culturalismo è scaduto di valore?

Continua a leggere

Incoerenze

icaro-kAZE--835x437@IlSole24Ore-Web

Di Kevin Carson. Fonte: Mutualist Blog, 27 gennaio 2005. Traduzione di Enrico Sanna.

Questa citazione è di  BK Marcus, ma è stato Brad Spangler a farmela notare.

Continua a leggere

Ovvero il Fascismo

bdquoeichmann_meine_leidenschaftldquo_eichmann20100903202039

Di Alain Brossat. Fonte: tysm. Traduzione di Alessandro Simoncini.

Ringraziamo la rivista on line Ici et ailleursper averci permesso di tradurre e pubblicare questo interessante articolo del filosofo Alain Brossat. Nel testo, Brossat fornisce alcune importanti chiavi di lettura per interpretare, oltre i vecchi modelli, il nuovo fascismo che oggi “è composto da flussi affettivi carichi di risentimento, di desideri di morte appena mascherati, di aspirazioni incontrollate a oscure vendette, di ricerca di un possibile sfogo alle frustrazioni accumulate”. Il testo francese si trova al seguente link: clicca qui.

Pensare il fascismo oggi presuppone che ci si allontani da un approccio politologico (il fascismo come regime politico iper-violento) o economicista (il fascismo come dittatura del capitale) e che ci si sposti verso altri riferimenti: il fascismo come affetto di un’epoca, pandemia nel presente. Una modalità pandemica dell’“attualità” della quale si tratterebbe di studiare le forme di virulenza, il campo di espansione, i sintomi, le manifestazioni.

Continua a leggere

L’apoteosi del Denaro

zombie

Di Anselm Jappe. Introduzione a: Robert Kurz, La fine della politica a l’apoteosi del denaro, manifesto libri, Roma 1997

La società della merce ha consumato da tempo la sua sostanza tanto economica quanto politica e procede su una sottile lastra di ghiaccio.

Continua a leggere