Ecomarx

Di Michel Löwy. Fonte: Blog da consequencia del 3 agosto 2019. Originale pubblicato su Viento Sur.

Marx e l’ecosocialismo

Kohei Saito, Karl Marx’s Ecosocialism – Capitalism, Nature, and the Unfinished Critique of Political Economy, New York: Monthly review Press, 2017, 308 pagine.

Le principali correnti ecologiste rifiutano le idee di Marx, considerato un produttivista insensibile alle questioni ideologiche. Un corpus di scritti ecomarxisti, sviluppatosi recentemente negli Stati Uniti, contraddice questo luogo comune.

Continua a leggere

Basterebbe non Distogliere lo Sguardo

05a773ae45b1de3975a1f4ac590166af

Di Barbara Balzerani. Fonte: Carmilla Online, 8 aprile 2020.

[Riceviamo e pubblichiamo volentieri un estratto dall’ultimo libro di Barbara Balzerani, Lettera a mio padre, di prossima uscita per DeriveApprodi. Vista però l’attualità e l’interesse dell’argomento trattato abbiamo scelto di pubblicarlo come ‘intervento’. S.M.]

Continua a leggere

Un Virus Sociale

Cina

La lotta di classe microbiologica in Cina

Fonte: Chuang.org, febbraio 2020. Titolo originale: Social Contagion: Microbiological Class War in China. Traduzione parziale di Enrico Sanna.

Il forno

Wuhan è nota volgarmente come uno dei “quattro forni” (四大火炉) della Cina per le sue estati di caldo umido oppressivo, assieme a Chongqing, Nanchino e alternativamente Nanchang o Changsha, tutte città dall’attività frenetica situate nella valle del fiume Yangtze. Wuhan è l’unica ad essere punteggiata di forni veri: il grosso agglomerato urbano è il cuore dell’industria dell’acciaio, cemento e altre industrie legate alle costruzioni, il paesaggio è dominato dai forni in lento raffreddamento di ciò che resta delle ferriere e acciaierie di stato, ora in crisi da sovrapproduzione e costrette a controverse riduzioni, privatizzazioni e ristrutturazioni, con il risultato di cinque anni di proteste e massicci scioperi generali. La città è praticamente la capitale cinesedell’industria delle costruzioni, il che le ha conferito un ruolo importante dopo la crisi economica globale, quando la crescita cinese è stata pompata con fondi incanalati in progetti infrastrutturali e edilizi. Wuhan non solo ha contribuito a gonfiare la bolla con un’eccedenza di materiali da costruzione e ingegneri, ma è diventata una boomtown. Secondo i nostri calcoli, tra il 2018 e il 2019 l’area a cantiere della città equivaleva alle dimensioni dell’intera isola di Hong Kong.

Continua a leggere

Il Capitalismo dal Volto Umano

primavera_araba

Di Tomasz Konicz. Titolo originale: Capitalismo de rosto humano. Fonte: Obeco Online. Traduzione di Enrico Sanna.

Tutto andrà bene quando tutti saranno buoni. È questa più o meno la logica che si nasconde dietro tutte le strategie organizzative, le iniziative, le leggi e le trovate ideologiche di chi pretende di lottare per un capitalismo etico, dal volto umano. È difficile trovare un’azienda che non faccia riferimento a pratiche etiche nella produzione dei propri prodotti, e un’infinità di etichette, certificazioni e normative pretende di assicurare ai consumatori dei centri capitalisti che ciò che consumano non è frutto dello sfruttamento o del furto di risorse nella periferia del mondo.

Continua a leggere

Contro Natura!

gasometro-Mario-Sironi.-1942

Una prima proposta per un’ecologia politica critica e radicale.

Di Riccardo Frola e Dario Padovan. Fonte: L’anatra di Vaucanson.

Questo testo è apparso per la prima volta come postfazione al libro “Le avventure della merce”, di Anselm Jappe, ed. Aracne, 2019.

Le Avventure della merce, il libro che viene qui presentato modestamente dall’autore come un tentativo di «riassumere l’essenziale della critica del valore», è in realtà molto più. Circolato anche in Italia, nella sua versione francese acquistata più o meno avventurosamente in Francia dai lettori più attenti, il libro è stato effettivamente per anni (ed è ancora) l’unico riferimento per chi volesse avere un quadro completo della più radicale delle teorie critiche. Ma proprio questo “quadro completo” è in realtà la rappresentazione di qualcosa che, nella sua fisionomia integrale, non esisteva prima del libro. È un contributo originale e inedito dell’autore. Jappe ammette che, prima delle Avventure, nessun testo presentasse «la critica del valore nella sua integrità». Noi aggiungiamo che questa integrità, basata su un metodo che parte «dall’analisi più semplice […] per arrivare in seguito, andando per gradi dall’astratto al concreto, fino all’attualità e alle tematiche storiche, letterarie o antropologiche», è in buona parte il frutto di quell’«eccellente livello teorico di pensiero» che già Guy Debord (Debord, 2008) aveva riconosciuto precocemente all’autore delle Avventure.

Continua a leggere

Fase Discendente

seduto

Bolsonaro, il falso nazionalismo e la distruzione del Brasile

Di Carlos Eduardo Martins. Originale pubblicato il 2 settembre 2019 su Blog da boitempo con il titolo Bolsonaro, o falso nacionalismo e a destruição do Brasil. Traduzione di Enrico Sanna.

La crisi ambientale e diplomatica generata dal governo brasiliano con il suo appoggio alla Giornata del Fuoco, organizzata da certi settori dell’agroindustria in Amazzonia, e con le ostilità dirette contro il governo francese, è poco più di una fase di un progetto in corso che prevede la sottomissione neocoloniale del Brasile all’imperialismo unilaterale di Trump e all’estrema destra statunitense. Presentata da Bolsonaro alla sua base elettorale come una reazione del governo brasiliano ad un imperialismo francese e europeo che pretenderebbe di internazionalizzare l’Amazzonia, in effetti è esattamente il contrario: la subordinazione viscerale di un sottoimperialismo fantoccio e vassallo al potere statunitense dell’internazionale fascista ordinata dal trumpismo.

Continua a leggere