Neoliberismo Autoritario

Il Castello di Kafka

[Di Anonimo. Pubblicato su The Anarchist Library il 17 febbraio 2017 con il titolo Authoritarian Neoliberalism. Traduzione di Enrico Sanna.]

Questo saggio è un’analisi dell’ascesa dei demagoghi populisti e dell’aspetto economico dei loro regimi. Si tratta di figure che, invece di rifarsi direttamente al fascismo della prima metà del Novecento, sono connesse al regime di Augusto Pinochet e dimostrano la tendenza crescente al neoliberismo violento.

Continua a leggere

Liberazione da Cosa?

[Di Enrico Sanna. Già usato due anni fa. Repetita iuvant.]

Una delle corbellerie delle ferrovie dello stato italiane, forse neanche una fra le più cretine, è il biglietto chilometrico. Se dovete prendere il treno per andare in una località che dista quarantatré chilometri, andate alla biglietteria della stazione e comprate il biglietto. Ammesso che la biglietteria emetta biglietti per quella tratta. Il più delle volte, no. Allora vi danno un biglietto che vale per un certo numero di chilometri. Quarantatré? No, cinquanta. E i sette in più? Potete utilizzarli un’altra volta? No. Peccato.

Continua a leggere

L’insostenibile Idiozia della Pseudo-anarchia

giger-image-12

[Di Gian Piero de Bellis. Pubblicato su poliarchy.org  nel mese di maggio 2010.]

A seguito del crollo degli stati “comunisti” dell’Europa orientale e attraverso la diffusione di Internet, la concezione anarchica ha ripreso a circolare, discretamente ma in maniera sempre più ampia. La cosa è estremamente positiva perché molti di noi non ne possono più dello stato, della sua soffocante invadenza e del suo colossale marciume.

Tuttavia, è proprio quando una concezione si espande che rischia di snaturarsi perché alcuni tra i nuovi venuti vi portano tutto il loro vecchio bagaglio fatto di miti duri a morire, pregiudizi incancreniti, contrapposizioni obsolete.

Continua a leggere

Abolite le Grandi Imprese

corporate_power

[Di Daily Bell. Originale pubblicato il 29 novembre 2016 con il titolo Abolish Corporations. Traduzione di Enrico Sanna.]

Non Abbassate le Tasse sulle Imprese. Abolitele… Dappertutto si parla di tagliare le tasse sulle imprese. Donald Trump ha promesso un abbassamento dal 35% al 15% negli Stati Uniti, mentre il primo ministro inglese Theresa May ha promesso che le tasse sulle imprese nel Regno Unito saranno le più basse del G-20, che significa sotto le intenzioni di Trump… Ora che i governi amici delle imprese sembrano avere qualche spazio di manovra, dovrebbero tornare all’idea di eliminare le imposte sulle imprese e tassare soltanto il guadagno e il consumo. ~ Bloomberg

Con questo articolo, Bloomberg propone l’abolizione delle tasse sulle imprese perché così guadagnerebbero di più portando benefici ai lavoratori e alla società.

I nuovi governi “populisti” farebbero meglio ad abolire norme e leggi che danno vita a questi mostri immorali.

Continua a leggere

Liberazione da Cosa?

[Di Enrico Sanna]

rana

Una delle corbellerie delle ferrovie dello stato italiane, forse neanche una fra le più cretine, è il biglietto chilometrico. Se dovete prendere il treno per andare in una località che dista quarantatré chilometri, andate alla biglietteria della stazione e comprate il biglietto. Ammesso che la biglietteria emetta biglietti per quella tratta. Il più delle volte, no. Allora vi danno un biglietto che vale per un certo numero di chilometri. Quarantatré? No, cinquanta. E i sette in più? Potete utilizzarli un’altra volta? No. Peccato.

Pensate un po’ se il macellaio arrotondasse tutto per eccesso al chilo. Comprate tre etti di macinato e ve lo fa pagare come un chilo. E gli altri sette etti? Fanno cumulo con il petto di pollo? Valgono come buono per un’altra volta? No.

Continua a leggere

Ebola Creato in Laboratorio e Testato sugli Africani

[Di Cyril Broderick. Originale pubblicato su Liberian Observer. Traduzione di Cristina Bassi pubblicata il 21 Ottobre 2014 su The Living Spirits.]

brevetto_ebola

Il dottor Cyril Broderick, Professore di Fitopatologia, elenca 5 punti scioccanti e cupi del tema Ebola: un’arma biologica, deliberatamente creata e testata sulla popolazione africana. Le connivenze del governo USA, ONU e multinazionali del farmaco ed altro…

Cari cittadini del mondo:

Ho letto una serie di articoli da Internet ed anche da altre fonti, sui decessi in Liberia e in altri paesi dell’Africa occidentale, in merito alla devastazione umana causata dal virus Ebola. Una settimana fa circa, ho letto un riassunto pubblicato nelle notizie in internet degli “Amici della Liberia” (Friends of Liberia), che diceva che c’era un accordo, sul fatto che l’inizio della pandemia di Ebola dovesse iniziare in Africa occidentale attraverso il contatto di un bambino di due anni con pipistrelli, provenienti dal Congo.

Continua a leggere