Eppur non si Muove

modern-art-prints

Di Christian Marazzi. Fonte: tysm, 2 ottobre 2018.

È un vero e proprio rompicapo quello della produttività che resta piatta, cioè non aumenta, malgrado le innumerevoli innovazioni tecnologiche che da anni ormai pervadono le nostre economie. Dall’esplosione del computer personale all’inizio degli anni ’80 alla odierna digitalizzazione dei processi produttivi, distributivi e comunicativi, non c’è ambito del nostro spazio vitale che non sia in qualche modo toccato dalle nuove tecnologie informatiche. Già nel 1987, il premio Nobel per l’economia Robert Solow se ne uscì con una domanda che, a tutt’oggi, mantiene tutta la sua pregnanza: “si possono vedere computer dappertutto, tranne che nelle statistiche sulla produttività”.

Continua a leggere

Annunci

Menzogna Mediatica

ed-hs

Di Vanni Codeluppi. Pubblicato originariamente su Doppiozero il 2 agosto 2018.

Umberto Eco e Aldo Grasso hanno effettuato nel 1969 un esperimento. Il primo ha scritto una sceneggiatura che il secondo ha utilizzato per ricavarne il programma televisivo Fiamme a Vaduz, che raccontava attraverso il linguaggio giornalistico una serie di violenti scontri avvenuti a Vaduz, capitale del Liechtenstein, tra i valdesi e gli anabattisti. Il programma è stato poi presentato in tre diverse versioni a tre gruppi di spettatori di differente livello culturale e, come ha scritto Eco in Dalla periferia dell’impero, «la stragrande maggioranza dei soggetti (compresi alcuni che avevano già visitato il Liechtenstein) non ha messo in dubbio la veridicità del racconto» (p. 286). Dunque, l’esperimento condotto da Eco e Grasso ha mostrato che la televisione, se viene utilizzata sfruttando al meglio il suo linguaggio, è in grado di essere estremamente convincente, anche se parla di qualcosa che in realtà non è mai avvenuto.

Continua a leggere

Intelligenza Artificiale e Capitale

giger-dune-treno

Di Tomasz Konicz. Originale pubblicato su Exit il 18 febbraio 2018 con il titolo Inteligência Artificial e Capital. Traduzione italiana pubblicata su francosenia.blogspot.it.

“Quel gioco lì arriva anche al secondo livello?” (Nick Land)

L’umanità, è pronta a servire devotamente i robot, che ben presto saranno fra noi? Questa domanda, che spesso appare nei prodotti-spazzatura dell’industria culturale, potrebbe ben presto diventare abbastanza reale, secondo quella che è l’opinione di molti critici della ricerca sull’Intelligenza Artificiale (AI). Nel caso che i robot volessero ancora governare l’umanità – e non decidessero di volersi liberare rapidamente di questi irritanti “sacchi di carne”, facendo uno spietato remake del film Terminator.

Continua a leggere

Prism: le Moderne Chiudende di Internet

prigione2

[Di CrimethInc. Originale pubblicato su crimethinc.com il 10 giugno 2013 con il titolo Prism: The Internet as New Enclosure. Traduzione di Enrico Sanna.]

Forse vi è capitato di leggere di una recente scoperta, il programma Prism, utilizzato dalla National Security Agency per rastrellare dati usando Microsoft, Google, Facebook, Apple e altre grosse aziende che operano su internet.

Continua a leggere

La Tassa sulla Musica Gratis

toto_votantonio

[Di Jeremy Malcolm. Originale pubblicato il 15 maggio 2017 su EFF con il titolo Secret New European Copyright Proposal Spells Disaster for Free Culture. Traduzione di Enrico Sanna.]

L’EFF ha appreso di una nuova proposta di legge europea che apparentemente prende di mira i servizi di streaming online, ma che in realtà è un duro colpo ad autori e ammiratori. La proposta in sostanza vieta ai servizi di streaming online di diffondere materiale offerto su licenza gratuita, facendo fuori servizi come Jamendo, che ha sede a Lussemburgo e offre musica gratuitamente. La proposta impone anche barriere a chi vuole offrire gratis opere proprie tramite altre piattaforme di streaming.

Continua a leggere

Internet e la Morte dell’80/20

gente

[Di Kevin Laws. Originale pubblicato su SiliconIndia nel mese di novembre 2004 con il titolo The Internet and the Death of the 80/20. Traduzione di Enrico Sanna.]

La regola dell’80/20 è una regola generica che ogni startup dovrebbe conoscere. Risparmiare tempo, sforzo manageriale e denaro è diventato una seconda natura. Bisognerebbe puntare sempre sull’20% dello sforzo che dà l’80% dei benefici. Bisognerebbe sempre concentrarsi su quel 20% di prodotti e clienti che danno l’80% degli introiti. O no?

Continua a leggere