Vaccinismo di Guerra

medicine_e_soldi

Seconda parte

Di Alexik. Pubblicato il 4 luglio 2017 su Carmilla On line.

A questo link il capitolo precedente

“Oggi vorrei parlarvi di come si può creare la leadership per rendere questo decennio la decade dei vaccini…. Paesi donatori, dovete incrementare i vostri investimenti nei vaccini e nell’immunizzazione, anche se state affrontando crisi di bilancio….

Tutti voi, 193 stati membri, dovete fare dei vaccini il focus centrale dei vostri sistemi sanitari, per assicurare che tutti i vostri bambini accedano ai vaccini ora esistenti e ai nuovi vaccini nel momento in cui diverranno disponibili.”

Con queste parole Bill Gates, il 17 maggio 2011, arringava i rappresentanti dei 193 Stati riuniti a Ginevra per l’assemblea annuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Continua a leggere

La Medicina Ammalata

Dai problemi economici all’overtreatment, fino alle mode anti-vaccino e alla pseudoscienza: una panoramica dello stato attuale della medicina in Italia.

medicina_ammalata

[Di Alessandro Ruocco. Preso da Prismo, 15 marzo 2017.]

“Diffidate dei medici, sono stati loro ad uccidermi”, riportano le lapidi della Roma antica. E in effetti per secoli, addirittura fino all’inizio del Ventesimo secolo, la scienza medica ha probabilmente ucciso più pazienti di quanti ne abbia curati. Si parla in questo caso di “effetti iatrogeni”. Senza fare un torto alle numerose pratiche chirurgiche scoperte e dimenticate in epoche antiche, il cosiddetto “sapere medico” si era giocoforza dovuto appoggiare a nozioni apprese da antichissimi trattati di scienze naturali, ricolmi di intuizioni tanto brillanti quanto drammaticamente sbagliate. Intervenendo sul corpo del paziente secondo schemi di pensiero completamente scollegati dalla realtà si poteva al massimo sperare di non fare troppi danni. Soltanto l’inesauribile, spesso irrazionale, bisogno di salute dell’uomo ha potuto incoraggiare la pratica secolare della medicina malgrado i suoi innumerevoli fallimenti.

Continua a leggere

La Libertà ai Tempi del Morbillo

medicine_e_soldi

[Di Giovanni Iozzoli. Originale pubblicato su Carmilla Online il 20 maggio 2017.]

Cosa c’entra la questione vaccini con la crisi dell’Alitalia? Niente. O forse molto. Dipende dalla capacità di leggere nessi forse nemmeno tanto nascosti.

Da ormai due anni è in atto una forsennata campagna di allarmismo terroristico nei confronti dell’opinione pubblica basata sulla necessità di incrementare le vaccinazioni di massa, giudicate in leggera flessione statistica.

Continua a leggere

L’Oscurantismo

medicine_e_soldi

Di prendiilmondoevai

Alla luce di quanto sta accadendo in Italia in materia di vaccini possiamo dirci ad un vero e proprio ritorno alla caccia delle streghe, non sarà permesso a medici sconsigliare i vaccini pena l esclusione dall’albo professionale, i prossimi saremo noi infermieri, zitti su tutto, con la bocca cucita dai finanziamenti delle case farmaceutiche. Siamo un paese alla deriva dove la libertà di pensiero viene sanzionata a livello giuridico sbandierando il ritorno di  false epidemie  che non hanno alcun fondamento scientifico. “Si possono ingannare tutte le persone una volta, si può ingannare una persona tutte le volte, ma non si potranno mai ingannare tutte le persone tutte le volte.”

A cura del Dott. Franco Verzella

I diritti fondamentali si pongono a presidio della vita, che in nessuna sua manifestazione può essere attratta nel mondo delle merci. (Stefano Rodotà. La vita e le regole 2006, pag 38)

In questi ultimi 40 anni, mentre la gestione della cosa pubblica ha generato degrado e disagio, conflitti armati ed eccidi, la ricerca scientifica ha cominciato a leggere le lettere dell’alfabeto, con il quale il Padre ha creato la vita e la casa comune. La bellezza e vastità della Vita, che la Ricerca Scientifica ci rivela, attribuisce una comprensione nuova e diversa ai nostri sentimenti ed ai nostri pensieri ed alimenta il desiderio di conoscere oltre i limiti posti dalle tradizioni, dalle convenzioni e dal mercato. E’ in corso una mutazione del nostro intendere, che ci porta a scoprire la libertà come connessione con tutte le forme di vita, a misurare la democrazia in gradi di salute e di benessere e la tradizione come strategia del cambiamento. Abbiamo imparato a controllare la gravità fisica, a convertire lo spazio in tempo ed abbiamo scoperto che la nostra identità è un crogiolo di sterminate popolazioni cellulari, risonante con l’ambiente. La nostra identità muta profondamente nel corso dei primi tre anni di vita, man mano che viene colonizzata dal microbiota, una massa biologica di circa 1,5 chili, costituita prevalentemente di batteri e concentrata soprattutto nel nostro intestino. Il loro numero supera di 10 volte quello delle cellule del nostro corpo, il loro genoma di 100 volte il nostro e le loro competenze biologiche hanno una storia di oltre 3 miliardi di anni, a confronto dei nostri 200 mila! Oggi sappiamo che non c’é funzione del nostro corpo che non risenta del dialogo tra il microbiota ed il nostro intestino, in particolare per quanto riguarda l’attività neuro-immuno-endocrina. Da questo dialogo, il cui nucleo centrale si forma tra il concepimento ed il terzo anno, ha origine una Memoria biologica, energetica, percettiva, che continuamente modula la qualità della nostra salute, le attitudini ed i comportamenti negli anni della adolescenza e della vita adulta e che la Ricerca Scientifica oggi indaga ed interpreta come Salute e Benessere. L’ambiente, le relazioni, gli alimenti, i farmaci che vengono somministrati nei primi tre anni hanno perciò un valore strategico per la nostra vita e pertanto richiedono una attenzione scrupolosa ed una costante verifica in rapporto alla individualità che ci caratterizza ed alla diffusione di una serie numerosa di disturbi dello sviluppo e dell’apprendimento, che recenti statistiche riscontrano in 1 bambino su 6, mentre l’autismo coinvolge 1 bambino su 50.

Continua a leggere

Ebola Creato in Laboratorio e Testato sugli Africani

[Di Cyril Broderick. Originale pubblicato su Liberian Observer. Traduzione di Cristina Bassi pubblicata il 21 Ottobre 2014 su The Living Spirits.]

brevetto_ebola

Il dottor Cyril Broderick, Professore di Fitopatologia, elenca 5 punti scioccanti e cupi del tema Ebola: un’arma biologica, deliberatamente creata e testata sulla popolazione africana. Le connivenze del governo USA, ONU e multinazionali del farmaco ed altro…

Cari cittadini del mondo:

Ho letto una serie di articoli da Internet ed anche da altre fonti, sui decessi in Liberia e in altri paesi dell’Africa occidentale, in merito alla devastazione umana causata dal virus Ebola. Una settimana fa circa, ho letto un riassunto pubblicato nelle notizie in internet degli “Amici della Liberia” (Friends of Liberia), che diceva che c’era un accordo, sul fatto che l’inizio della pandemia di Ebola dovesse iniziare in Africa occidentale attraverso il contatto di un bambino di due anni con pipistrelli, provenienti dal Congo.

Continua a leggere

Il Diritto di Uccidere

Con Dignità?

[Di Murray Rothbard. Tratto da The Irrepressible Rothbard. Titolo originale: “The Right to Kill, with Dignity?” Traduzione di Enrico Sanna.]

morto

È da tanto che subiamo un fuoco di sbarramento da parte della propaganda a favore della morte della sinistra liberal e dai suoi sostenitori, i libertari di sinistra, detti anche formali. Il “diritto di morire”, il “diritto di morire con dignità” (qualunque cosa significhi), il diritto di una persona di avere qualcuno che lo assiste nel suicidio, il “diritto all’eutanasia”, eccetera. Finora, i libertari di sinistra hanno avuto il buon senso di porre l’accento sull’importanza cruciale del consenso della vittima. Altrimenti, il diritto di morire con dignità sembrerebbe il diritto di commettere un omicidio. Perché cos’è l’obbligo di applicare l’eutanasia se non omicidio puro e semplice?

Ma ora la maschera ha cominciato a venire giù. Una delle cose che da tempo hanno eccitato maggiormente le forze del diritto di morire è il Testamento Biologico, grazie al quale il futuro candidato all’eutanasia compila un modulo con cui chiede alla sua famiglia, le autorità mediche, eccetera, di staccare la spina se ci sono condizioni specifiche. Ho sempre avuto dubbi sul consenso in buona fede dei sostenitori del diritto di morire. Mi chiedo cosa accadrebbe se qualcuno scrivesse un Testamento Biologico basato sul coraggio invece che sulla codardia, ovvero un testamento tutto a favore della vita contro la morte.

Continua a leggere