L’illusione di un Governo Mondiale

favela_rio_de_janeiro

Di Ernst Lohoff. Originale pubblicato su krisis.org il 31 dicembre 1996 con il titolo La ilusión del Estado mundial. Traduzione di Enrico Sanna.

1.

La dittatura universale delle merci e del denaro ha fatto esplodere il quadro delle autonomie regionali e locali per produrre un contesto mondiale. Se per i nostri predecessori l’internazionalismo era una questione d’onore, per noi è diventato una realtà quotidiana che prescinde dalle valutazioni morali. Oggi chi monta su una bicicletta di marca “tedesca” può stare sicuro che i suoi componenti sono stati fabbricati almeno in dieci paesi diversi da lavoratori di settanta nazionalità diverse. Una famosa catena mondiale della ristorazione rivela con la massima serietà che i suoi prodotti hanno assolutamente lo stesso sapore in tutte le sue filiali, da Buenos Aires a Mosca a Holzminden. Tutte le industrie concorrono alla distruzione delle foreste tropicali e all’allargamento del buco nell’ozono. È già da tempo che le diverse regioni del mondo, in termini economici, ecologici e di cultura quotidiana, formano un sistema di vasi comunicanti. Questa constatazione indiscutibile porta ad una conclusione. Se gli stati nazionali, di fronte all’impossibilità di controllare a livello mondiale i flussi finanziari e migratori e l’inquinamento ambientale, hanno raggiunto oggi il limite delle loro capacità di intervento, non dovrebbero essere organizzazioni internazionali come l’Unione Europea o le Nazioni Unite, prima o poi, a prendere il loro posto?

Continua a leggere

Annunci

Alla Conquista dell’Anima (II)

Non è che il nuovo ordine mondiale si riduce ad una battaglia per la conquista della vostra anima?

[Di Brandon Smith. Originale pubblicato su Alt-Market.com il 19 novembre 2014 con il titolo The New World Order: Does It All Just Boil Down To A Battle For Your Soul? Traduzione di Enrico Sanna.]

dechirico_gigantismo

Seconda parte – Prima parte ieri

Nel mondo della matematica, Kurt Godel, grande amico di Albert Einstein, è famoso (ma non quanto meritererebbe) per aver formulato quello che lui chiamò il “teorema dell’incompletezza”. In matematica, una dimostrazione è una dichiarazione SEMPRE vera, la cui verità può essere dimostrata sempre. Il teorema di Godel scosse le fondamenta della matematica, perché evidenziava il fatto che tutta la conoscenza matematica è limitata da paradossi numerici, e che l’umanità non riuscirà mai a definire ogni cosa in termini matematici.

Continua a leggere

Alla Conquista dell’Anima (I)

Non è che il nuovo ordine mondiale si riduce ad una battaglia per la conquista della vostra anima?

[Di Brandon Smith. Originale pubblicato su Alt-Market.com il 19 novembre 2014 con il titolo The New World Order: Does It All Just Boil Down To A Battle For Your Soul? Traduzione di Enrico Sanna.]

dechirico_gigantismo

Prima parte – Seconda parte domani

Fin dall’inizio, l’ideologia leninista-marxista dell’Unione Sovietica mise al primo punto la dispersione e la sottomissione di ogni espressione religiosa e spirituale. Lo stato era “dio”. Nessun altro dio era permesso, perché se gli uomini avessero avuto il permesso e la libertà di credere in qualcosa oltre se stessi e oltre il potere costituito, allora avrebbero mantenuto il senso della ribellione. Una filosofia collettivista richiede la distruzione completa di ogni concorrente. Non potrebbe mai prevalere altrimenti.

Continua a leggere