Segregazione di Ritorno

gabbio

Di James C. Wilson. Originale pubblicato il 3 agosto 2017 con il titolo The New Jim Crow. Traduzione di Enrico Sanna pubblicata su Center for a Stateless Society il 19 agosto 2017.

Recensione di: Alexander, Michelle. The New Jim Crow: Mass Incarceration in the Age of Colorblindness. 2010. The New Press.

Il libro di Michelle Alexander del 2010, The New Jim Crow: Mass Incarceration in the Age of Colorblindness, spiega come l’incarcerazione di massa e relative politiche abbiano creato sulla pelle dei neri americani un sistema di caste, che ha il parallelo nelle leggi Jim Crow (le leggi segregazioniste di molti stati del sud, ndt) in vigore dalla fine dell’Ottocento alla metà del Novecento. La Alexander, avvocato civilista, è ultimamente balzata alla ribalta per aver criticato pubblicamente Hillary Clinton, che, assieme al marito, ha approvato politiche che, dice la Alexander, hanno decimato l’America nera.

Continua a leggere

Annunci

La Lezione di Roma sulla Polizia Democratica

lezione

Di Lorenzo. Pubblicato su umanitanova il 27 agosto 2017.

Quanto è avvenuto a Roma a partire dal 19 agosto scorso, quando è iniziato lo sgombero di uno stabile di proprietà di un fondo di investimento occupato da dei rifugiati etiopi ed eritrei, ha reso evidente quanto accade quotidianamente in tutto il paese. La violenza esercitata per mettere in atto lo sgombero dei rifugiati in Via Curtatone, l’accanimento contro coloro che dopo lo sgombero erano rimasti in Piazza Indipendenza, il barbaro inseguimento a Termini di persone a cui ufficialmente lo Stato italiano sta garantendo la tutela dell’asilo per le persecuzioni che subiscono nei propri paesi d’origine, ma che vengono anche qui braccate, ferite e offese proprio dagli apparati statali.

Continua a leggere

Il Conflitto e la Razza

razzismo

Di Andrea Comincini. Pubblicato su blackblog Franco Senia il 4 agosto 2017. Originale del Manifesto del 13 giugno 2017.

«Il razzismo è principalmente un prodotto dell’Occidente. La sua logica è stata pienamente sviluppata, scrupolosamente attuata e portata fino alle estreme conseguenze, proprio nel contesto che presupponeva l’uguaglianza tra gli uomini».

Continua a leggere

Il Razzismo

Woodstock 1968

[Di Hannah Arendt. Estratto dal saggio Sulla Violenza. Traduzione di Enrico Sanna.]

Il razzismo, bianco o nero che sia, è violento al massimo grado per sua stessa definizione perché si oppone ad una realtà biologica, il fatto che la pelle sia bianca o nera, e che nessuna autorità, nessun potere possa farci nulla; lo sbocco ultimo, in casi critici, è lo sterminio chi ha la pelle di colore diverso. Il razzismo, a differenza della razza, non è un fatto ma un’ideologia, e le azioni che porta con sé non sono un riflesso condizionato, ma atti deliberati basati su teorie pseudo-scientifiche.

Continua a leggere

Estremismi Convergenti: Ambientalismo e Razzismo

ogaden_nomadi

[Di Jeffrey A. Tucker. Originale pubblicato su Foundation for Economic Education il 6 luglio 2016 con il titolo The Link between Extreme Environmentalism and Hard-Core Racism. Traduzione di Enrico Sanna.]

Mentre leggevo e scrivevo della storia del movimento eugenetico (qui, qui, e qui), ho cominciato a discernere un tratto in comune tra le persone chiamate ambientalisti e i razzisti di un secolo fa.

Entrambi hanno una visione che è illiberale nell’anima. Pensano che uno stato potente e saggio possa pianificare il futuro degli uomini e della natura. Sono terrorizzati all’idea di un futuro non pianificato, un futuro fatto di degenerazione, meticciato e distruzione. Sognano un futuro in cui loro, e non il popolino, decidono l’utilizzo delle risorse e la riproduzione della razza umana.

Continua a leggere

La Sparatoria di Dallas è Omicidio e Ritorsione

dallas_shooting

[Di Dan Sanchez. Originale pubblicato su Foundation for Economic Education l’otto luglio 2016 con il titolo The Sniper Shooting in Dallas Was Both Murder and Blowback. Traduzione di Enrico Sanna.]

Cinque poliziotti sono stati uccisi e sei feriti a Dallas quando dei cecchini hanno aperto il fuoco durante una protesta contro la recente uccisione di Philando Castile e Alton Sterling ad opera della polizia. La sparatoria è un atto criminale da condannare.

Ma è anche una ritorsione.

Il motore di questo reciproco spargimento di sangue è il collettivismo.

Continua a leggere