Scuola e Potere

scuola fascista

Di Gioacchino Toni. Pubblicato su Carmilla Online il 21 aprile 2018 con il titolo Meritocrazia e valutazione al servizio della flessibilizzazione del lavoro.

Recensione di: Angélique del Rey, La tirannia della valutazione, Elèuthera, Milano, 2018, pp. 192, € 15,00

«La valutazione, nel nostro mondo neoliberista, è divenuta un potente strumento di potere» – «Valutare vuol dire sempre più misurare tutto con lo stesso metro: il denaro, il capitale» ~ Angélique del Rey

Pare ormai essere del tutto normale, se non addirittura doveroso, essere sottoposti a giudizio insindacabile o farsi giudici. Basti pensare ai tanti programmi televisivi che mostrano concorrenti desiderosi di sottoposti al cinico e spietato giudizio altrui.

Continua a leggere

Annunci

Il Disastroso Manifesto degli Studenti di Parkland

polizia a scuola

Di Jane Louise. Originale pubblicato su Center for a Stateless Society il 28 marzo 2018 con il titolo Everything Wrong with the Parkland Student’s Manifesto. Traduzione di Enrico Sanna.

Sabato 24 marzo gli studenti della scuola di Parkland sopravvissuti alla strage hanno guidato migliaia di persone in una “Marcia per la Nostra Vita” contro la violenza armata. Il giorno prima avevano pubblicato un loro “manifesto”, un elenco di richieste intese a prevenire future violenze. La violenza atterrisce, e vivere una di queste stragi scolastiche lascia un trauma che pochi di noi possono capire. Detto ciò, un elenco di proposte dettate dalla paura, scritte senza considerare attentamente le conseguenze indesiderate, serve solo a menare il can per l’aia. Questi i problemi insiti nelle proposte avanzate dagli studenti di Parkland:

Continua a leggere

La Commercializzazione dell’anima

prosciuttificio

Gruppo Krisis. Traduzione portoghese pubblicata sulla Folha de Sao Paulo l’undici febbraio 2001. Traduzione spagnola di Round Desk. Traduzione italiana di Enrico Sanna.

Sono passati i tempi in cui la gente si vergognava della venalità propria o di ciò che produceva. L’uomo diventa sempre più quell’“homo oeconomicus” che un tempo era una semplice metafora dell’economia politica classica. Oggi che ogni aspetto della vita è reificato, la mercificazione della coscienza arriva a livelli un tempo impensabili; e questo per via della globalizzazione, che dai centri capitalisti si è allargata a tutto il pianeta. Quando anche l’amore e la sessualità, in ambito scientifico e nella vita quotidiana, sono visti sempre più come categorie economiche e stimati secondo criteri economici, la tentazione di “commercializzare l’anima” diventa irresistibile.

Continua a leggere

“Devono Imparare a Obbedire”

schiavitù

Lo stage: lavoro coatto gratuito en travesti

Di Alessandro Mantovani. Originale pubblicato su Carmilla online il 2 novembre 2017.

Cillo Rossana (a cura di), Nuove frontiere della precarietà del lavoro, Stage, tirocini e lavoro degli studenti universitari, Venezia, Ed. Ca’ Foscari, 2017, pp.296, free access.

La risposta di Renzi allo sciopero con cui gli studenti, venerdì 13 ottobre, sono scesi in piazza in tutta Italia per protestare contro le forche caudine della cosiddetta “alternanza scuola-lavoro” introdotta obbligatoriamente dalle regole della sedicente “buona-scuola”, non si è fatta attendere: ha proposto che il servizio civile, attualmente volontario, divenga obbligatorio, per un mese, per tutti i giovani. Una contromossa, come si vede, che suona come provocatoria verso le richieste del movimento studentesco.

Continua a leggere

Apre la Scuola, Crescono i Suicidi

Teenager depressed sitting inside a dirty tunnel

Di Kerry McDonald. Originale pubblicato su Foundation for Economic Education il 5 settembre 2017 con il titolo Teen Suicide Rates Spike as Back-to-School Season Begins. Traduzione di Enrico Sanna.

In questo periodo dell’anno i social media si riempiono di foto del rientro a scuola. Piccoli in vesti autunnali posano per i genitori, segnano un rito annuale che commemora il passare costante della gioventù.

Ma dietro quei volti sorridenti e i cartelli con su scritto “primo giorno” c’è una realtà, che per molti di loro significa ansia, depressione e tendenze suicide.

Continua a leggere

Globalizzazione al Servizio della Persona

Non il contrario

carceri_dinvenzione

[Intervista a Robert Kurz pubblicata su obeco-online il 27 aprile 2004. Traduzione dal tedesco di CP Traducciones. Traduzione dallo spagnolo di Enrico Sanna.]

IHU On-Line ha intervistato il sociologo e saggista tedesco Robert Kurz, via email, per questo numero. Nato nel 1943, Kurz ha studiato filosofia, storia e pedagogia. Attualmente, Kurz lavora a Norimberta come pubblicista autonomo, autore e giornalista. È stato cofondatore e redattore della rivista teorica Krisis – Beiträge zur Kritik der Warengesellschaft (Krisis – Contributi alla Critica della Società di Mercato). Il suo campo di lavoro comprende la teoria della crisi e della modenità, l’analisi critica del sistema capitalista mondiale, la critica dell’illuminismo e la relazione tra cultura e economia. Pubblica regolarmente saggi su quotidiani e periodici tedeschi, austriaci, svizzeri e brasiliani. I suoi libri O Colapso da Modernizaçao (São Paulo: Paz e Terra, 1991), pubblicato anche in Brasile con il titolo O Retorno de Potëmkin (São Paulo: Paz e Terra, 1994) e Os Últimos Combates (Petrópolis: Vozes, 1998) hanno fatto discutere molto in Germania e altrove. Più recente è la pubblicazione di Schwarzbuch Kapitalismus (Il Libro Nero del Capitalismo), nel 1999, Weltordnungskrieg (La Guerra dell’Ordinamento Mondiale) e Die Antideutsche Ideologie (L’ideologia Antitedesca), nel 2003, quest’ultimo non tradotto in portoghese. Di Kurz abbiamo pubblicato un articolo nel numero 26 del 15 luglio 2002. La seguente intervista, concessa a IHU On-Line in tedesco, è disponibile sul sito  www.exit-online.org. La traduzione è di CP Traducciones.

Continua a leggere