Aspirazioni e Sopportazioni

tortura-nunca-mais

Di Wilhelm Reich. Estratto da Psicologia di Massa del Fascismo.

Esistevano movimenti socialisti e aspirazioni socialiste molto prima che esistessero le nozioni scientifiche sulle premesse sociali del socialismo. Da millenni infuriavano le lotte degli oppressi contro i loro oppressori. Erano state queste lotte che avevano generato la scienza delle aspirazioni di libertà da parte degli oppressi, e non il contrario come ritiene chi ha un carattere fascista. I socialisti subirono, proprio negli anni dal 1918 al 1938, cioè negli anni in cui ebbero luogo giganteschi avvenimenti sociali, le più dure sconfitte.

Continua a leggere

Annunci

Dissolti

Gustav_Landauer

Di Gustav Landauer. Estratto da: Die Revolution. Essay. Literarische Anstalt Rütten und Loening, Frankfurt/M. 1907. Münster 2003. Traduzione italiana di Enrico Sanna.

Siamo dissolti come atomi. Produciamo beni (merci alienate) per il profitto finanziario piuttosto che per il consumo. Il denaro non è un comodo mezzo di scambio. Il denaro è un mostro che si riproduce. Per non parlare dei valori fittizi che i ricchi usano per derubarsi a vicenda…

Continua a leggere

La Tentazione Nazionalista

isis_petrolio

Norbert Trenkle in un’intervista con Salih Selcuk per la rivista YARIN (febbraio 2005)

1. Anche se le ideologie culturalistiche esercitano un forte fascino (Huntington, Bin Laden, micronazionalisti, neoantisemiti, eccetera), la richiesta di una spiegazione in chiave politico-economica dell’attuale situazione mondiale si fa sempre più forte. Il culturalismo è morto?

Continua a leggere

Socialismo Anarchico e Socialismo di Stato

emma-goldman

Di Benjamin Tucker. Estratto da Individual Liberty. Traduzione di Enrico Sanna.

(…) La divisione avvenne a questo punto, sulla necessità di abbattere il monopolio. Qui la strada si divise. Le due parti sentirono il bisogno di andare o a destra o a sinistra, verso l’autorità o verso la libertà. Marx andò in una direzione, Warren e Proudhon nell’altra. Così nacquero il socialismo di stato e quello anarchico.

Continua a leggere

L’insostenibile Idiozia della Pseudo-anarchia

giger-image-12

[Di Gian Piero de Bellis. Pubblicato su poliarchy.org  nel mese di maggio 2010.]

A seguito del crollo degli stati “comunisti” dell’Europa orientale e attraverso la diffusione di Internet, la concezione anarchica ha ripreso a circolare, discretamente ma in maniera sempre più ampia. La cosa è estremamente positiva perché molti di noi non ne possono più dello stato, della sua soffocante invadenza e del suo colossale marciume.

Tuttavia, è proprio quando una concezione si espande che rischia di snaturarsi perché alcuni tra i nuovi venuti vi portano tutto il loro vecchio bagaglio fatto di miti duri a morire, pregiudizi incancreniti, contrapposizioni obsolete.

Continua a leggere

I Governi Sono Ingannatori

tolstoj2

[Di Lev Tolstoj. Originale pubblicato su coaloalab.altervista.org. Traduzione di Roberto Coaloa.]

Il secolo e la sua fine non significano nel linguaggio evangelico il termine e l’inizio di un periodo di cento anni, ma la fine di una concezione della vita, di una credenza, di un mezzo di comunione tra gli uomini, e il principio di una nuova visione del vivere, di una nuova religione, di un nuovo strumento di comunione tra gli individui.

Continua a leggere