Anarcofobia e Spettacolo

show-business

Di Roderick Long. Originale pubblicato il 7 febbraio 2016 con il titolo “Arrow” and Anarchophobia. Traduzione di Enrico Sanna.

Negli spettacoli televisivi i personaggi anarchici sono rari (i “Sons of Anarchy” non fanno eccezione). Nella popolare serie televisiva “Arrow”, mandata in onda sulla rete CW e ispirata al personaggio dei fumetti Green Arrow della DC Comics, ha fatto la sua comparsa un nuovo personaggio, Lonnie Machin, caratterizzato esplicitamente come anarchico.

Continua a leggere

Annunci

La Commercializzazione dell’anima

prosciuttificio

Gruppo Krisis. Traduzione portoghese pubblicata sulla Folha de Sao Paulo l’undici febbraio 2001. Traduzione spagnola di Round Desk. Traduzione italiana di Enrico Sanna.

Sono passati i tempi in cui la gente si vergognava della venalità propria o di ciò che produceva. L’uomo diventa sempre più quell’“homo oeconomicus” che un tempo era una semplice metafora dell’economia politica classica. Oggi che ogni aspetto della vita è reificato, la mercificazione della coscienza arriva a livelli un tempo impensabili; e questo per via della globalizzazione, che dai centri capitalisti si è allargata a tutto il pianeta. Quando anche l’amore e la sessualità, in ambito scientifico e nella vita quotidiana, sono visti sempre più come categorie economiche e stimati secondo criteri economici, la tentazione di “commercializzare l’anima” diventa irresistibile.

Continua a leggere

Media e Stato Corporativo

toto_votantonio

Di Kevin Carson. Originale pubblicato su Center for a Stateless Society il 2 aprile 2016 con il titolo The Media and the Corporate State. Traduzione di Enrico Sanna.

In un’intervista con Cenk Uygur del 23 marzo, Bernie Sanders diceva: “In questo paese, i media sono un’arma della classe di potere,” e proseguiva citando le concentrazioni industriali (ad esempio, la Disney che possiede la ABC, Comcast la NBC eccetera). I media a proprietà aziendale hanno un interesse personale a riportare le notizie in modo da nascondere la causa profonda dei problemi. Altrimenti la struttura di potere verrebbe minacciata alla base. Sanders ha indubbiamente ragione. E non è una situazione accidentale: alle sue origini c’è il ruolo centrale dello stato.

Continua a leggere

La Bbc Sapeva dell’Undici Settembre?

Un inglese vince una causa contro la Bbc per aver nascosto la verità sull’undici settembre

[Di EV. Originale pubblicato su Anonymous il 10 marzo 2015 con il titolo Small 9/11 Truth Victory Unknown to Most Americans: UK Man Won Case against BBC for 9/11 Cover Up. Traduzione di Enrico Sanna.]

tony_rooke

Horsham, Gran Bretagna, 2013: Tony Rooke, con un atto di disobbedienza civile, si rifiutò allora di pagare le 130 sterline del canone televisivo sostenendo che la richiesta di pagamento violava la sezione 15 della legge sul terrorismo. L’accusa di Rooke era rivolta contro la Bbc, che [l’undici settembre 2001] riportò il collasso dell’edificio Wtc 7 con oltre venti minuti di anticipo sul fatto. La tesi di Rooke fu accolta dal giudice. Anche se non si trattava di un’inchiesta sui fatti dell’undici settembre, il riconoscimento delle azioni della Bbc in quel giorno può essere considerato una piccola vittoria… che è stata ignorata dai media tradizionali americani.

Continua a leggere

La Grande Truffa di Telethon

Sono 20 anni che questa “grande fiera” televisiva continua… Ecco cosa ne pensa un ricercatore, uno specialista in biologia della riproduzione.

[Di Olivier Bonnet. Preso da Tuttouno.blogspot.it. Originale pubblicato su alterinfo. net con il titolo La grande escroquerie du Téléthon Le professeur Testard dénonce une “mystification”. Traduzione di Giuditta.]

jacques_testard

“È scandaloso. Il Telethon raccoglie annualmente tanti euro quanto il bilancio di funzionamento di tutto l’Inserm. La gente pensa di donare soldi per la cura. Ma la terapia genica non è efficace. Se i donatori sapessero che il loro denaro, prima di tutto è utilizzato per finanziare le pubblicazioni scientifiche, ma anche i brevetti di poche imprese, o per eliminare gli embrioni dai geni deficienti, cambierebbero di parere.

Continua a leggere

Buonasera e Benvenuti

[Di Enrico Sanna]

rai

Un giorno, mentre ero distratto, il velinaro del telegiornale ne ha approfittato per dire così:

“Ora la Russia, dopo aver invaso l’Ucraina…”

Va da sé che se la Russia avesse invaso l’Ucraina non avrebbe impiegato mesi e mesi. Va da sé che non ne avrebbe invaso un pezzetto, ma l’avrebbe conquistata tutta fino a Leopoli e i carri armati avrebbero sfilato per le vie di Kiev con l’icona di Taras Bul’ba. Va da sé che avremmo visto, visto e poi visto. Perché certe cose si fanno affinché tutti vedano.

Ma il velinaro telegiornalistico rai continua per la sua strada. Perché?

Continua a leggere